giovedì 30 giugno 2016

Ho Visto il finale della sesta stagione de Il Trono di Spade!

Lo so è passato un altro mese dal mio ultimo post su questo blog, ma le cose da fare sono tante. Tra queste guardare film e serie tv come sempre. Tante serie sono state chiuse, altre sono semplicemente terminate come la sesta stagione de Il Trono di Spade.

D'ora in poi SPOILER.....

Il finale fa pensare che la prossima debba essere l'ultima stagione. Potrebbe esserlo, ma al massimo finisce con la 8°

Finale soddisfacente per tutti. I preferiti dal pubblico vincono tutti.
- La soddisfazione della vendetta di Cersei - abbiamo goduto tutti.
- Jon Snow re del nord a questo punto anche legittimato dalla nuova eroina Lady Mormont e finalmente pettinato.
- Arya in stile assassin's creed ha finalmente trovato la sua dimensione.
- Tyrion ottiene quello che anche lui ha sempre desiderato e così anche Danaerys che con i tre draghi va alla conquista di quello che vuole: Il Trono di Spade.
Viene persino fatta giustizia per la piccola Shireen bruciata viva nella passata stagione.



Bene, bene. Adesso c'è da far fuori Ditocorto che non serve più a nessuno e ha rotto. La signora in rosso (Melisandre) è andata via ma avrà un ritorno, speravo e pensavo che questa stagione avrebbe approfondito il suo personaggio (sopratutto dopo che l'abbiamo vista nuda senza collana ahahahah).
Possibili scenari? Cersei e Jamie fanno un altro figlio perché non ne hanno più. Danaerys e il suo esercito stermina tutto quello che si oppone a lei (non vedo alternative).
La suora ha scoperto il paradiso. Se le dimensioni sono proporzionate dovrebbe avere anche un "enorme schwanzstücke"
E Sam? Non vedo l'utilità della storia del bambino e della ragazza selvaggia al suo fianco. Per il gran finale probabilmente avrà imparato qualche stregoneria? Qualche incantesimo tra tutti quei libri?



Ultimo ma non ultimo... L'INVERNO È ARRIVATO! e che cazz lo dicono da 6 anni... Finalmente.
se avete da aggiungere fate pure. yo



Per tutte le info sulla prossima stagione vi consiglio di visitare www.widemovie.itwww.widemovie.it dove troverete una folta sezione sulle serie TV!

martedì 24 maggio 2016

Hodor - "hold the door". La mia spiegazione!

Contiene Spoiler sull'episodio cinque della sesta stagione de Il trono di spade. L'episodio ha un finale shock che rivela l'origine del disturbo linguistico di Hodor. Ma ancora più importante rivela parte dei poteri di Bran Stark.



L'episodio si conclude con Bran che possiede il corpo di Hodor per sfuggire all'arrivo dell'esercito di zombie. Mentre lo possiede Bran è anche tornato nel passato per rivivere un momento della sua infanzia. Hodor era un ragazzo normale. Ma durante i momenti concitati della fuga Hodor adulto rimane a sorreggere la porta dalla quale sarebbero entrati i non morti con l'imperativo Hold the door (tieni la porta) dal quale nasce Ho-Dor. Il trauma di quel momento vissuto fa, nel passato, perdere la parola al giovane Hodor. Ma come possiamo spiegarci tutto ciò? 


Non ho letto i libri, quindi non so se il potere di Bran sia questo, ma potrebbe essere pure cambiato per la serie TV.
Ipotizzo che Bran abbia il potere di vedere nel passato ma di essere presente in quel passato. Nella puntata precedente vede il padre combattere e per un secondo riesce a fermarlo provando a chiamarlo. Quindi riesce a interferire in qualche modo. Il signore del ghiaccio in questa puntata riesce a toccarlo. Quindi a mio avviso con esercizio Bran potrebbe modificare il passato. Non sappiamo ancora se aprendo altre linee temporali o modificando quella esistente da poter cambiare il futuro. Ha un potere molto forte e determinante per la serie. Potrebbe persino evitare la morte del padre. Potremmo assistere a una fine in cui tornano tutti insieme a comandare sui sette regni.




Quello che succede a Hodor è però un caso anomalo. Se il momento in cui diventa l'Hodor adulto che conosciamo è questo (Stagione 6 Episodio 5) com'è possibile che vediamo Hodor traumatizzato fin dalla prima stagione?
La mia spiegazione è che Bran possiede Hodor nel momento in cui è anche nel passato. La sua influenza sul presente si rispecchia anche nel passato sulla stessa persona e questo crea un loop temporale che riguarda il povero Hodor che è costretto a rivivere la sua esistenza come un cerchio continuo dal momento in cui viene traumatizzato da giovane al momento in cui tiene la porta. È un caso anomalo che non vedremo più durante la serie.

Scrivetemi cosa ne pensate.

martedì 19 aprile 2016

Ho Visto... The Hateful Eight.


In realtà l'ho visto un po' di tempo fa. Qualche film lo vado recuperando per riproporvelo qui.
L'ottavo film di Quentin Tarantino è un film a metà. Man mano che prosegue la visione il film si va sgretolando verso un finale che da poche soddisfazioni.‪ The Hateful Eight‬ ha un'ottima (ma non nuova) idea di base che Tarantino ha iniziato a sviluppare nel migliore dei modi: con i suoi dialoghi pungenti e geniali, con le sue pause di respiro fondamentali per lo spettatore e con un mistero che si infittisce sempre più. Tutto fino a quando non si rompe la chitarra e la musica. La ragnatela sottile che si stava tessendo attorno a otto e più personaggi (contano anche quelli che c'erano prima Minnie & Co) inizia a rompersi e a non contare più. Paragonandolo a film della stessa struttura come La Cosa di John Carpenter o anche Invito a cena con delitto il film mostra proprio la sua pecca nella risoluzione finale. Un peccato perché sembrava che Quentin si fosse ripreso dagli ultimi film scadenti. Nella classica degli 8 questo sta più o meno a metà.
p.s. Non vedevo così in forma Samuel L. Jackson da tanto tempo.



domenica 17 aprile 2016

Ho Visto... Jobs di Danny Boyle.

I pregiudizi sono sempre una brutta cosa e Steve Jobs di Danny Boyle probabilmente ne è stato vittima. Forse molti si aspettavano qualcosa di diverso. "L'ennesimo film si Jobs" dicevano. Beh un film è un film e racconta sempre una storia e anche se dovesse essere sempre la stessa (non è questo il caso) il punto di vista sarà sempre diverso. Steve Jobs di Danny Boyle è uno di quei film quasi impossibili da classificare o da catalogare. Non è un biopic nella sua classica definizione ma è un film drammatico fino al midollo. Un film fatto quasi assolutamente di ombre. La corda è sempre tesa e la tensione è sempre alta, e non si tratta di un thriller. Si tratta di una storia, di persone e di un uomo al centro di tutto. Incredibili i duetti: di Steve con Joanna, con Scully, con Lisa, con Woz, con Andy. Tutti i duetti sono scritti con una struttura diversa e quelli di Steve con Joanna (per esempio) sono distinguibili per struttura da quelli di Steve con Lisa. È stato un lavoro incredibile. Penso che la sceneggiatura di Sorkin dovrebbe essere letta nelle scuole di sceneggiatura. La battuta su Alan Turing mette i brividi e inquadra tutto quello che siamo oggi. Penso che se non fosse stato un film su Jobs, ma su un Tizio qualsiasi ci sarebbero stati meno pregiudizi e la gente avrebbe potuto godersi un gran film. Cast pazzesco. Commovente il finale.
Ve lo consiglio.



venerdì 15 aprile 2016

Ho Visto... Lo stagista inaspettato

Ho Visto... The Intern o Lo Stagista inaspettato (in italiano). Il film di una delle sceneggiatrici più inclini alla commedia romantica del momento. 
Nancy Meyers
Nancy Meyers ha la particolarità di scrivere delle belle storie, mai banali e sopratutto leggere ma al contempo profonde. Storie pacate, mai esagerate e dove ognuno di noi può rispecchiarsi e immedesimarsi in qualche modo. Al momento il suo miglior film è "Tutto può succedere" del 2003 con una gran coppia di attori e di personaggi: Diane Keaton e Jack Nicholson. 
Un altro pregio da riconoscere a Nancy (posso chiamarti Nancy, vero?) è che, nonostante scriva sempre delle commedie non è mai focalizzata su un aspetto preciso o su delle ambientazioni particolari. Riesce a variare. Lo Stagista con un Robert De Niro ad alti livelli ha tutti i precedenti pregi che ho elencato. 

La storia di un uomo e di una donna che devono riprendersi la loro vita. Entrambi hanno qualcosa a offrire e molto da prendere l'uno dall'altra. Un film di quasi due ore che non stanca e che forse poteva osare di più in qualche frangente. Molto simpatico per certi aspetti e come sempre profondo quanto lo spettatore desidera.
Recuperatelo in home video (digital, blu-ray o dvd), aprite una bottiglia di vino rosso e infilate i popcorn al microonde.


giovedì 14 aprile 2016

Il Trailer di Doctor Strange, dejavù o c'è di più?

E si, anche questo è arrivato. Il film Marvel Doctor Strange uscirà a ottobre e sarà un nuovo inizio per un nuovo supereroe. Ma c'è di più: sarà il primo film dopo la Civil War! Quindi un restart totale dell'universo Marvel per come lo conosciamo. 

Il trailer italiano del film Marvel Doctor Strange potete vederlo qui


La Marvel ha deciso di intraprendere una strada classica e di mostrare o farci capire quali sono le origini di Doctor Strange. Nulla di mistico o di introspettivo in prima battuta, ma qualcosa comunque di efficace. Doctor Strange è conosciuto solamente a fruitori di fumetti di vecchia data. Strange, per tornare alla Civil War, non ne prese parte e si esiliò da solo al Polo Nord. Questa è un aspetto che potrebbero farci intuire durante il film Captain America: Civil War o anche in una delle scene dei titoli di coda. Nel trailer sembra proprio che lui sia in un posto freddo come il Polo Nord.


Quindi giusta la scelta, per il primo Trailer, di far conoscere il nuovo personaggio con una introduzione della storia. Ma qualcosa non quadra. Qualcosa non me l'ha fatto godere appieno.
La sensazione di dejavù è enorme. Ecco a cosa ho pensato durante la visione:

Doctor Strange in Tibet mi ha ricordato Bruce Banner in Brasile



La voce dell'Antico (interpretato da una pelata Tilda Swinton) ricorda decisamente la trama di Matrix  ("quella realtà è una delle tante") e alcune scene ce lo ricordano particolarmente.






Inception di Christopher Nolan. La città che si piega su se stessa.



Se non conoscessimo la Marvel e non conoscessimo il personaggio di Doctor Strange potremmo tranquillamente pensare a un miscuglio/rifacimento di Matrix. Ma sono sicuro che c'è di più di quello che vediamo e questo è solo un primo trailer. Interessante il montaggio tra i "due" Strange. Il dottore e quello che sarà il mago supremo. Se non soppesato per bene Strange potrebbe essere una gran brutta gatta da pelare per la Marvel. È estremamente potente.

Scrivetemi cosa ve ne pare del trailer in attesa di ottobre!





martedì 12 aprile 2016

Ho visto 3 nuovi Trailer!

È stato un weekend ricco di trailer. Sono usciti i nuovi trailer di Suicide Squad, Animali Fantastici e dove trovarli e Tartarughe Ninja - Fuori Dall'Ombra. Facciamo quattro chiacchiere su tutti e tre.

Con il tempo si impara a capire che un trailer, spesso, nasconde molto più di quello che pensiamo. Ci mostra, spesso, troppe delle scene spettacolari o delle scene divertenti (se si tratta di una commedia). E sono pochi quelli che trovano il giusto equilibrio per la sponsorizzazione del film. Le case di distribuzione del resto hanno il compito di portarci al cinema e quindi si spingono sempre un po' troppo in là con trailer, clip, spot e featurette di vario genere.

Iniziamo con Animali Fantastici e dove trovarli. Il Teaser Trailer lo potete vedere qui. Siamo nel mondo di Harry Potter ma non nella stessa era e nella stessa location. Il maghetto non era nemmeno nei pensieri dei suoi genitori. Per aumentare l'attesa dei fan vengono nominati Albus Silente e la scuola per maghi di Hogwarts, inoltre l'aria musicale ci ricorda la saga di HP. La voce fuori campo di Colin Farrell (interpreta Percival Graves) serve per introdurre il nuovo personaggio, Newt Scamandro. Che dopo essere stato espulso da Hogwarts va nella scuola di magia di New York. Si tratta di un Teaser Trailer, quindi ancora non c'è pericolo di vedere troppo. È fatto bene, mi è piaciuto e ha suscitato interesse e curiosità. Irrilevante che ho comunque visto tutti i film di Harry Potter dopo aver letto i libri (molto più belli dei film).


Continuiamo con il secondo trailer di Suicide Squad. Il film dovrebbe essere la controparte DC a Guardiani della Galassia. Un gruppo semi-sconosciuto al grande pubblico dal fumetto al cinema.  La Warner Bros è evidente che sta cercando di calcare le orme Disney/Marvel. Ha già pianificato il film della Justice League (controparte di Avengers) e innumerevoli nuovi film con nuovi supereroi. Supereroi che, a parte Batman e Superman, sono poco conosciuti al grande pubblico giovane che vogliono portare in massa al cinema. Il pericolo del fallimento (flop) cinematografico è sempre dietro l'angolo per film con personaggi sconosciuti. La Warner ha voluto mettere un ferro dietro la porta per sicurezza aggiungendo al film un nuovo Joker e delle scene con Batman. Sono sicuro che è una mossa azzeccata, perché una non precisata, ma alta, quantità di gente vedrà il film solo per quello. Per concludere la premessa diciamo che il primo Trailer è stato di grosso impatto. Hanno utilizzato una canzone dei Queen e scene spettacolari a supporto senza menzionare nulla della trama.
Anche in questo trailer si parla poco di trama anche se l'inizio è proprio brutto. In un tavolo si discute di quello che potrebbe e non potrebbe fare Superman... ma insomma! Abbiamo appena visto Batman v Superman con lo stesso incipit e adesso lo usano anche in questo? La nascita della Suicide Squad legata al "problema" Superman è decisamente una ridondanza nell'universo DC cinematografico e spero non si avverta più di tanto nel film. Però, purtroppo, in questo trailer funge proprio da introduzione. Il resto è un bel guardare; sembra esserci un giusto mix di azione, spettacolo e divertimento. Harley Quinn è quella che si fa notare di più, molto apprezzata dai fan uomini e donne. Il reparto Joker/Batman se lo si guarda con occhio distaccato stona un po' e rimane fuori contesto. È ovvio che come scelta di marketing quella del Joker si debba sfruttare fin dal primo Trailer e fin dal primo poster. Ma sarebbe stata una bella sorpresa vederlo spuntare al cinema senza saperne nulla prima. A proposito del Joker vi segnalo che qualche settimana fa, la Warner Bros ha messo in atto una simpatica attività social. Le pagine a tema sono state vandalizzate proprio dal Joker. Eccone un esempio. Questo a rafforzare l'idea che il personaggio è molto sfruttato per la promozione del film.


Il nuovo (secondo) trailer di Tartarughe Ninja - Fuori dall'Ombra non aggiunge molto (quasi nulla) a quello che abbiamo già visto, se non un indizio nella trama in più. Il liquido mutante pari che trasforma le persone in animaloni da guerra può avere anche effetto d'antidoto. Infatti si menziona (e si vede l'effetto nella mano di Donatello) il fatto che le tartarughe potrebbero trasformarsi e diventare esseri umani. Sarà un punto "morale" centrale nella trama? In ogni caso rimane un film adatto a un pubblico giovane. Divertente e pieno di azione. Del resto è prodotto da Michael Bay.